Monopattini o biciclette: pro e contro

Le città diventano sempre più ecologiche e rispettose dell’ambiente. Una consapevolezza di fondo che pervade il tessuto sociale e invade la collettività, la quale esplica questo nobile intento nella vita di tutti i giorni.

Monopattini o biciclette

Molte città, piccole e grandi, si sono attrezzate in maniera incessante da questo punto di vista. Sono passate dalle belle parole ai fatti e hanno iniziato a modificare le strade in funzione di una maggiore fruibilità di bici e monopattini.

La concezione della pista ciclabile intesa come spazio da percorrere si fa sempre più moderna. Capita, dunque, sempre più spesso di incrociare al fianco delle auto in transito per strada una sfilza di biciclette sulla scia. Ma quali sono i pro e i contro di questi nuovi supporti quotidiani? Il dibattito è aperto da questo punto di vista, anche in base alle esperienze comuni.

Vantaggi e svantaggi biciclette e monopattini elettrici

In una società tendente alla modernizzazione e all’evoluzione dei mezzi di trasporto, mezzi come biciclette e/o monopattini assumono una centralità pervasiva e indiscussa. Spesso e volentieri finiscono per facilitare in maniera evidente e pratica le azioni quotidiane compiute durante il giorno.

Per capire se è meglio avere una bicicletta o un monopattino elettrico bisognerebbe scoprirne vantaggi e svantaggi dell’uno e dell’altro. Certamente, la bici elettrica, ad esempio, consente di poter circolare anche su strade urbane, rispetto ad un monopattino elettrico, che, invece, necessita di corsie privilegiate per poter circolare liberamente. Un primo vantaggio non da poco, soprattutto se si vive in una piccola città.

La velocità nel primo caso è maggiore rispetto all’altra parte. Così come sono maggiori i comfort e la comodità di viaggio. Le strade sconnesse sono percorribili in maniera più comoda con una bicicletta elettrica rispetto ad un monopattino che tenderà inevitabilmente a traballare in maniera piuttosto pericolosa.

I giovani magari tendono a privilegiare il monopattino per una questione di moda e tendenza, ma la praticità di una bici elettrica è indiscutibile e permette, ad esempio, alle persone più anziane di poter avere una pedalata assistita molto utile in determinati casi.

C’è da tenere presente che la velocità di un e-bike non può superare per legge i 25 km/h. L’unico modo per aumentare la velocità è la pedalata manuale attraverso cui si può risparmiare tempo in termini di durata del viaggio e di fatica del viaggio stesso.

In genere, l’autonomia di una batteria per bici elettrica si attesta tra i 35 e i 100 km complessivi accumulati, anche se in questi casi dipende molto dal modello di riferimento e dalle sue specifiche tecniche. Dipende molto anche dalla spesa d’acquisto naturalmente.

L’assistenza del motore elettrico in salita è un vantaggio non da poco per chi non è un ciclista di professione e può avere qualche difficoltà in più. In alcuni modelli si può regolare il motore e allungarne in questo modo l’autonomia, soprattutto nei lunghi tratti.

Per quanto riguarda il monopattino elettrico, essi presenta dimensioni contenute e quindi appare più facilmente trasportabile in giro rispetto ad un e-bike. La leggerezza è un fattore imprescindibile, in particolar modo per chi vive in una grande città e si sposta molto.

Permetterà di risparmiare non poco in termini di spostamenti e di parcheggio se si deve compiere il tratto dalla propria casa al proprio ufficio, ad esempio. Il prezzo di un monopattino è in antitesi rispetto al prezzo di un e-bike: quest’ultimo richiede un esborso economico decisamente maggiore.

Facilità d’uso, ripiegabilità e praticità sono i vantaggi più evidenti di questo mezzo, la cui batteria è facilmente ricaricabile tramite una qualsiasi presa di corrente con tensione 220 V.

Non può circolare su particolari carreggiate e questo ne determina uno svantaggio che alla lunga può pesare. Velocità massima consentita 32 km/h e autonomia batteria attestante sui 35-40 km. In salita un monopattino può andare anche bene, ma non avrà la stessa manovrabilità di una bici elettrica ovviamente. Molto più adatto in contesti più ristretti come centri storici e zone pedonali.